Nuovo divieto di uso potabile acqua comunale

2

Con ordinanza Sindacale n.67 del 14/12/2017 è disposto il “DIVIETO AD USO POTABILE DELL’ACQUA DELL’ACQUEDOTTO COMUNALE”.

Rileviamo che per la seconda volta in pochi mesi si è resa necessaria la diffusione di tale ordinanza.

  • Considerato che, l’acqua potabile è un bene imprescindibile alla vita e ai quotidiani bisogni dell’uomo;
  • Considerato che, l’acqua potabile è un servizio per cui è riconosciuto un tributo;

Chiediamo

  1. Di chiarire alla cittadinanza la natura dell’agente inquinante;
  2. Di chiarire, con urgenza, alla cittadinanza, in base ai dati a loro disposizione, se è possibile l’utilizzo dell’acqua dopo bollitura;
  3. Di chiarire, con urgenza, alla cittadinanza, in base ai dati a loro disposizione, se è possibile l’utilizzo dell’acqua del servizio comunale, per lavare i piatti, lavare i denti, lavare e preparare i cibi, igiene personale (lavarsi le mani, il corpo, ecc);
  4. Di rendere pubblici, periodicamente, i risultati completi delle analisi, al fine di permettere alla cittadinanza un personale monitoraggio dei dati;
  5. Di quantificare un rimborso in bolletta, alla mancata fruizione del servizio;
  6. Di chiarire se l’evento contaminante è di natura occasionale o conseguenza di un difetto strutturale del sistema idrico, per cui, nell’eventualità, si renderebbe necessario un immediato e indifferibile intervento.
  7. Di convocare una riunione del C.C. al fine di trattare, in maniera adeguata e completa il merito della questione.
Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Condividi:
Share
Questa voce è stata pubblicata in Movimento Cirano. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.