L’aiuola e il programma politico

1

Un signore e sua moglie passano la prima volta davanti all’aiuola Cirano. Fanno venti passi e tornano indietro. All’inizio abbiamo pensato fossero emissari del comune, venuti per accertarsi che l’aiuola rispondesse agli elevati standard del verde oliverese.

Dopo qualche attimo di terrore, Fabrizio rompe gli indugi e mostra il suo accento milanese:

Ma siete volontariiii?

Si, si, ci occupiamo di curare quest’area“.

Caspitaaa, baraviiii! Quindi siete volontari e il comune vi coordina nel lavoro?

“No, no. Abbiamo fatto richiesta di adozione. per il resto ci occupiamo noi di tutto: ideazione, lavoro, zappa, strumenti“.

Beeehh complimentiiii. Fate bene, questo posto è bello ma è proprio trascurato

E lo sappiamo, per questo un pò critichiamo e un po di più cerchiamo di renderci utili“.

Abbiamo tagliato l’erba, dato l’acqua, ripulito gli spazi. Abbiamo messo a dimora nuove piante.

Anche stavolta non eravamo soli: c’era il Sig. Barresi. Ormai è un nostro complice e sostenitore. E noi siamo proprio contenti.

Se guardate bene, non sono piante a caso: carrubo e alloro. Piante che ci ricordano la Sicilia, che compongono la macchia mediterranea. La prossima volta metteremo un corbezzolo.

Abbiamo in mente una Oliveri bella e pulita. Un paese che ritrovi il contatto con le proprie origini e con la propria tradizione. Una Oliveri che si ricordi di vivere in una terra unica: la Sicilia.

Tutto questo partirà dalla tutela e la salvaguardia del patrimonio arboreo del nostro paese. Questo sarà un punto fermo del nostro programma.

A proposito: abbiamo già iniziato a scriverlo. Lo sappiamo, è strano. Ci hanno abituati a mettere assieme persone che portino numeri, lasciando le idee alla fine, se resta spazio.

Noi pensiamo diversamente. Crediamo che sia necessario programmare per tempo le iniziative da attuare, senza aspettare l’ultimo momento. Siamo cittadini comuni, viviamo giornalmente il nostro territorio e ci teniamo a fare le cose per bene.

Il programma lo stiamo scrivendo in maniera collaborativa, coinvolgendo tutti i membri. Ognuno contribuisce alla causa comune e il clima è molto piacevole. Forse perchè ogni volta Oreste e Nino offrono da bere a tutti.

In questa settimana ci incontreremo ancora e proseguiremo a lavorare.

Intanto, abbiamo raggiunto degli accordi con partner esterni, in uno scambio di reciproco interesse, metteranno a disposizione di tutta la comunità delle belle cose.

Per ora non aggiungiamo altro.

Nei prossimi giorni vi daremo altre notizie interessanti.

Intanto, ricordate che la bellezza salverà il mondo (Dostoevskij)

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Condividi:
Share
Questa voce è stata pubblicata in Movimento Cirano. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.