Finanziamenti per giovani che vogliono fare impresa

3

Segnaliamo “Resto al sud” una opportunità per i giovani che aspirano a realizzare una attività in proprio.

Il movimento Cirano mette a disposizione un consulente per ricevere maggiori e più dettagliate informazioni.

Se sei interessato contatta uno dei membri del movimento per fissare un incontro con il nostro consulente.


“Resto al Sud” è un finanziamento a fondo perduto e a tasso zero destinato ai giovani da 18 a 35 anni residenti nelle regioni del Sud. Possono essere finanziate le attività imprenditoriali relative alla produzione di beni nei settori dell’artigianato, dell’industria e della manifattura e nella fornitura di servizi come, ad esempio le attività di: ristorazione; turistiche; editoriali, produzione audio video; formazione; assistenza sanitaria e tutte le attività concernenti l’erogazione di servizi alla persona in cui rientrano: i parrucchieri; i barbieri; gli studi di tatuaggio; gli istituti di bellezza; i saloni di estetica; le lavanderie, ma anche le attività di toletta per animali e l’organizzazione di eventi.

DESTINATARI

Soggetti di eta’ compresa tra i 18 e i 35 anni che non risultino già titolari di impresa in esercizio alla data del 21 giugno 2017. Possono presentare domanda:

  1. a) imprese individuali;
  2. b) societa’, ivi incluse le societa’ cooperative

importante sapere che nel caso i richiedenti hanno un rapporto a tempo indeterminato in corso in questo momento potranno presentare la domanda ma dovranno essere pronti ad abbandonare il proprio posto di lavoro qualora risultino vincitori del contributo.

SPESE AMMISSIBILI

  1. opere edili, fino ad un max del 30% relative a interventi di ristrutturazione e/o manutenzione straordinaria connessa all’attività
  2. macchinari, impianti ed attrezzature nuovi di fabbrica
  3. programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della telecomunicazione
  4. materie prime, materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti,
  5. utenze e canoni di locazione per immobili, eventuali canoni di leasing,
  6. acquisizione di garanzie assicurative funzionali all’attività

FINANZIAMENTO

Max 50.000,00 euro per soggetto richiedente

Max 200.000,00 euro per gruppo già costituito di cui: 35% a fondo perduto e 65% sotto forma di finanziamento bancario rimborsato entro 8 anni

Nello specifico se si fa una richiesta di 50.000 euro per l’ attività il 35% (17.500 euro) sarà erogato a fondo perduto da Invitalia i restanti 32.500 euro saranno dati come finanziamento bancario e tutti gli interessi sui 32.500 euro, invece, saranno a carico di Invitalia, rendendolo un finanziamento a tasso zero.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE

Per richiedere il contributo si devono compilare una serie di allegati e documenti relativi al progetto imprenditoriale e caricarli sulla piattaforma informatica messa a disposizione da Invitalia.

Il progetto dovrà contenere:

  • i dati personali del proponente ed eventualmente quelli dei tuoi soci
  • la descrizione dell’attività per la quale si sta richiedendo l’agevolazione
  • l’analisi del mercato di riferimento sia per quanto riguarda la domanda che l’offerta
  • la strategia commerciale
  • gli aspetti tecnici e produttivi del progetto
  • gli aspetti organizzativi del progetto
  • i dati economico-finanziari.

Tutti gli schemi e la documentazione caricati sulla piattaforma dovranno essere firmati digitalmente dal legale rappresentante, o dalla persona fisica che presenta la domanda. Se non si possiede la firma digitale acquistarne una in Camera di Commercio.

I progetti devono essere avviati successivamente all’esito positivo della domanda di agevolazione, quindi non si potrà in alcun modo utilizzare questo bando se si sono già sostenute delle spese o ricevuto fatture.

Inoltre, i progetti devono essere realizzati entro 24 mesi dal momento in cui Invitalia concede l’agevolazione.

SCADENZA

A partire Dalle 12.00 di lunedì 15 gennaio 2018, presentazione a sportello fino ad esaurimento fondi, esclusivamente in via telematica, sottoscritte con firma digitale dal rappresentante legale dell’impresa

La realizzazione dei progetti deve essere ultimata entro 24 mesi dal provvedimento di concessione.

Disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC)

Macrolibrarsi.it un circuito per lettori senza limiti
Condividi:
Share
Questa voce è stata pubblicata in Movimento Cirano. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.